Insetti, ragni e altri animaletti

Pensare alla ricchezza e varietà della vita rimanda immediatamente al lavorio delle migliaia di piccoli invertebrati che popolano le erbe dei prati, svolazzano tra i fiori, si nascondono nel terreno o sotto una pietra, abitano le fronde degli alberi o la pozza rimasta dopo l’ultima pioggia. In Italia ne esistono circa 50.000 specie, in massima parte insetti. Alcuni di questi piccoli organismi sono comuni nei giardini scolastici e conducono sotto i nostri occhi, in genere distratti, vite spesso stupefacenti. I bambini, anche molto piccoli, manifestano una grande attrazione per questi animaletti; li cercano, li osservano, li seguono; imparano a conoscere alcune loro abitudini, a perlustrare i luoghi dove sostano e si nascondono; li catturano, li conservano, li scambiano e li regalano. Non tutti sopravvivono, naturalmente. E gli animaletti diventano così un’occasione per ragionare di vita e morte, cura, attenzione, affettività, emozioni, relazioni, trasformazioni.

Identificare gli invertebrati è compito da specialisti! E qualcuno, se serve, lo disturberemo. Una buona fotografia, l’indicazione delle dimensioni dell’animaletto e dell’ambiente di ritrovamento possono però aiutare a fare un po’ di chiarezza, permettendo di individuare il philum (anellidi, molluschi, artropodi), la classe (aracnidi, crostacei, millepiedi, centogambe, insetti) e l’ordine (coleotteri, lepidotteri, ditteri, ecc.) dell’organismo misterioso, per poi spingersi a determinare famiglia, genere e, magari, specie.

18 pensieri su “Insetti, ragni e altri animaletti

  1. Gentile Giulia
    Si tratta proprio di una cimice, che come tutte le cimici presenta un apparato succhiatore perforante che permette all’insetto di nutrirsi dei liquidi di piante e animali. Nel suo caso si tratta di una cimice predatrice che si nutre di altri insetti e appartiene alla grande famiglia dei reduvidi composta da circa 7000 specie. Alcuni particolari e i colori dell’insetto non sono particolarmente evidenti nella foto e quindi non mi è possibile approfondire l’identificazione.
    Qualche ulteriore informazione a questo indirizzo https://it.wikipedia.org/wiki/Reduviidae

  2. Salve noi abitiamo a Minerbio e l’altra sera ci è entrata in casa questa “cimice” che mi ha punto. Non sono riuscita a indentificarla. Potete darmi una mano?

  3. Abbiamo trovato questo insetto nel nostro giardino in zona Salerno..trattasi di?Grazie per la risposta

  4. Sono un insegnante, nel giardino della scuola abbiamo trovato questa cavalletta o grillo?
    grazie!

  5. Gentile Elisa
    E’ un coleottero della famiglia dei cerambicidi, in genere riconoscibili per le lunghe antenne. Azzarderei che si tratti di Agapanthia villosoviridescens, un cerambicide presente soprattutto nel nord e centro italia dove frequenta il margine dei boschi.

  6. Gentile Barbara
    dovrebbe trattarsi del bruco di una farfalla notturna appartenente alla famiglia delle Sfingidi, le cui larve presentano molto spesso un caratteristico corno addominale; nella foto lo si distingue bene (in alto sulla sinistra) per il colore azzurro che contrasta con il resto del corpo. Se nel vostro giardino ci sono dei tigli potrebbe essere proprio la sfingide del tiglio. I bruchi della sfingide del tiglio modificano il loro aspetto durante lo sviluppo e la foto fissa una delle fasi di queste trasformazioni; all’indirizzo http://www.naturamediterraneo.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=82756
    ci sono alcune belle immagini che descrivono questi differenti momenti. Il comportamento di questi bruchi è simile a quello descritto (si dimenano molto per spaventare l’aggressore); non mi risulta siano velenosi, ma è sempre bene maneggiare i bruchi con attenzione. In questi giorni dovrebbero ritrovarsi anche gli adulti della farfalla (si muovono verso sera), se riuscite a trovarne qualcuno potreste spedirci la foto così potremmo avere la conferma definitiva di questa ipotesi.

  7. Buonasera, ho trovato in giardino questo meraviglioso bruco che, se toccato(con un bastoncino) si dimena come un matto…qual’è il suo nome? È velenoso?

  8. Gentile Stefania
    si tratta di un bruco, la fase giovanile (larva) di una farfalla. Assomiglia molto al bruco della cavolaia (pieris brassicae) che prende questo nome perchè si nutre di foglie di cavolo o altre piante della stessa famiglia. E’ un bruco piuttosto facile da allevare; se vi volete cimentare in questa impresa all’indirizzo indicato di seguito trovate qualche istruzione e delle belle immagini
    http://rosijofarecon.blogspot.it/2010/11/lallevatrice-di-farfalle.html

  9. Salve, sono un’insegnante e mamma di Alessandro ,un bambino curioso e appassionato di animali, insetti ecc ecc…. Abbiamo trovato questo animaletto in giardino, potrebbe essere un baco? grazie

  10. Gentile Gloria

    la foto sei riuscita ad allegarla ed è anche chiara, ma non è chiarissimo cosa potrebbero essere i mucchietti neri che avete trovato nel giardino della vostra scuola. Direi che è una traccia di origine animale e più precisamente un escremento ma di cosa? Probabilmente un mammifero carnivoro; un gatto? un riccio? Se vi ricapita di trovarle dovreste (se ne avete voglia) indagare se si sfaldano e se si vedono resti di animaletti tipo parti di insetti il che può escludere un gatto e far propendere per un riccio. Buona ricerca

  11. Buongiorno,

    abbiamo trovato, nel giardino della scuola Follereau, alcuni di questi “mucchietti” neri che non sappiamo se siano di natura animale o vegetale.

    Grazie per l’attenzione.

    (spero di essere riuscita ad allegare la foto)

    Gloria

  12. Ciao Alida
    la foto non è molto chiara ma dalla tua descrizione direi che l’animaletto misterioso appartiene alla superclasse dei Miriapodi (molti piedi), alla classe dei Diplopodi (mille piedi) e probabilmente all’ordine dei Julida; si tratta di bestioline con 2 paia di zampe su ogni segmento e con corpo robusto e cilindrico.
    Prediligono, con alcune eccezioni, ambienti umidi, si muovono lentamente e si nutrono di foglie morte, legno marcio e vegetali. Alcune specie, se disturbate, si richiudono a spirale. A questo indirizzo puoi trovare qualche immagine di Julidi http://www.naturamediterraneo.com/forum/gallery.asp?case=ordine&action=Julida

  13. ciao Paolo, nel giardino ho trovato questo animaletto. misura circa 1,5 centimetri, striscia ( o forse tante piccole zampette), ha le antenne, un corpo liscio marrone scuro. Ne ho tantissimi, soprattutto mi pare escano di notte.Grazie mille.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *